La dura vita di un lavoratore a pranzo: idee e consigli

Share on facebook
Facebook
Share on telegram
Telegram
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Sono sempre di più i lavoratori che per scelta o per necessità  pranzano in ufficio. Ecco idee e consigli! 

Il pranzo in ufficio con il vicino di scrivania è diventato ormai routine per la maggior parte dei lavoratori italiani. In pochi hanno il tempo di tornare a casa per il pranzo, ancora meno sono le aziende che offrono un servizio (o anche semplicemente una sala) mensa. 

Come tutti i trend che si rispettino, anche questo ha le sue regole e buone maniere da rispettare. Esistono inoltre dei gadget / strumenti che definirei essenziali per chi mangia in ufficio. Partiamo proprio da qui. Immancabile (soprattutto d’inverno, avete mai provato a mangiare un hamburger freddo il 20 dicembre?) uno scaldavivande valido, che riscaldi bene e che non perda liquidi. Abbiamo provato con successo questo di Sarazong, che riscalda a bagnomaria ed è veramente pratico e funzionale. Fondamentale anche un set di posate da ufficio, e una borraccia (stile ciclista) per poter bere in quantità.

MA QUALI SONO LE REGOLE DA RISPETTARE?

Come dicevamo, è importante rispettare anche certe regole. Nessuno di noi vorrebbe avere il vicino di scrivania rumoroso o che lascia puzza di pesce in tutto l’ufficio.

1 – La prima regola, dunque, riguarda proprio la scelta del pasto: il pesce non è tra le migliori scelte, proprio per l’odore poco gradevole che potrebbe lasciare (che lascia).

2 – Evita il solito monotono panino, poco appagante e, diciamoci la verità, un po’ noiosetto. Il consiglio è quello di osare, per avere il lunchbox più invidiato di tutta l’azienda.

 3 – Occhio ai rumorini sgradevoli. No, non parliamo delle puzzette (anche queste sarebbe meglio evitarle, a dirla tutta) ma di quel rumore di mascella che vi rimbomba in testa mentre addentate il vostro squisito panino. Ecco: lo sentono anche gli altri e siamo certi che non apprezzeranno.

4 – Ricorda di tenere pulita la tua postazione dopo aver finito

5 – Va bene mangiare, ma con moderazione. Il rischio abbiocco post pranzo è in agguato.

6 – Se hai tempo a sufficienza, approfittane per fare una passeggiata, staccherai un po’ la spina, e il tuo corpo ti ringrazierà!

Scopri di più